top of page

IL DOLORE LOMBARE IN GRAVIDANZA


Il percorso vissuto da una madre durante il periodo della gravidanza è probabilmente uno dei momenti in cui il corpo umano viene maggiormente stressato sotto vari aspetti, specialmente negli ultimi 3 mesi quando ormai si è in dirittura d’arrivo.


Dal punto di vista muscolo-scheletrico si può riscontrare un sovraccarico delle strutture presenti a livello lombare e sacrale, portando ad uno stato che viene definito come lombalgia aspecifica. L’insorgenza può essere legata a diversi fattori, come l’aumento del peso addominale apportato dal feto e/o la distensione della muscolatura addominale, la quale permette di gestire le pressioni addominali interne, fondamentali per la risposta anti-gravitaria del corpo. Tutto ciò porta le strutture posteriori a sostenere un maggior carico rispetto a quello che normalmente riuscirebbero a sostenere.


Ulteriori strutture muscolari sollecitate nel corso della gravidanza sono i muscoli pelvici, i quali andranno incontro ad un vero e proprio trauma durante l’atto del parto. Di conseguenza, il rilascio di questo compartimento muscolare precedentemente il parto e l’aumento del tono muscolare in seguito ad esso può risultare essenziale in modo da prevenire eventuali complicazioni nel periodo post parto.


Un percorso osteopatico, indirizzato a creare mobilità e rilascio, in associazione ad uno stile di vita attivo, potrebbero essere la soluzione ideale.




Dott. Christian Goglio - Osteopata


14 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page